La redazione Aia Lecce

RIUNIONE OTS 28/04

Posted on in La redazione Aia Lecce

Riunione OTS 28/04
Il giorno 28 aprile si è tenuta la riunione dell’OTS, durante la quale sono stati mostrati i risultati dei lavori didattici svolti nel mese di aprile. La Sezione si è dimostrata costante ma soprattutto concreta, come è stato detto dal Presidente Paolo Prato. L’obiettivo era creare coinvolgimento e così è stato, ogni ragazzo si è sentito il vero protagonista dei lavori. Un ringraziamento, in particolar modo, va a tutti i referenti didattici i quali hanno sempre mostrato disponibilità, impegno e motivazione.
È importante allenare la tecnica, supportandola però con la preparazione atletica, già dal 4 maggio si potrà tornare a correre arrivando pronti e preparati per l’avvio della prossima stagione. Successivamente il Presidente ha lasciato la parola ai referenti didattici e ai ragazzi, veri protagonisti della riunione.
Il vice Presidente Ivano Pezzuto, nonché responsabile del gruppo di seconda categoria, ha preso parola innanzitutto salutando tutti quanti e successivamente motivando e dando consigli ai ragazzi. Serve spirito critico, ogni episodio deve essere “sviscerato”, ogni decisione da prendere nei diversi casi deve essere chiara. Questo periodo non potrà far altro che aiutarci ad ampliare le nostre conoscenze tecniche. La casistica è fondamentale, perché quando un particolare episodio avviene in campo occorre essere pronti e convinti sulla decisione da prendere, quasi rivedendo nella propria mente i video analizzati.
Questo è il momento migliore per chiedersi cosa si vuole veramente, nell’arbitraggio così come in qualsiasi altro ambito. “Ci sarà sempre qualcuno più preparato di te, ci sarà sempre chi è pronto a ricominciare così come ci sarà chi necessiterà del tempo prima di poter ripartire”: queste le parole di Ivano, il quale ha espresso l’importanza di non tralasciare la preparazione atletica. Occorre agire in anticipo e farsi trovare pronti, tentando di migliorarsi sempre.
Alessandro Cipressa, responsabile del secondo gruppo, ha affermato di aver accolto con entusiasmo e piacere quest’iniziativa. È stata anche un’occasione per conoscere meglio i ragazzi del proprio gruppo, i quali si sono mostrati molto competenti in materia. Il suo consiglio è di non mollare mai, soprattutto ora che che si intravede uno spiraglio di speranza e di miglioramento.
Marco Capilungo, responsabile dell’OTS e del terzo gruppo, si è unito alle precedenti considerazioni e ha espresso l’importanza di questi lavori, i quali non fanno altro che arricchire ulteriormente il bagaglio delle nostre conoscenze.
Sono stati accolti poi i saluti da parte di Antonio Petracca, che ogni giorno si vede impegnato ad affrontare l’emergenza in prima linea, ma nonostante ciò trova il tempo per dedicarsi a questi lavori con passione.
Angelo Tomasi, referente didattico dell’OTS e responsabile del quarto gruppo, si è mostrato veramente entusiasta dei risultati ottenuti dopo questi primi lavori , tant’è che insieme al Presidente e agli altri collaboratori si è deciso di continuare in questo stesso modo anche nel mese di maggio.
Simone Petracca, responsabile del quinto gruppo, è poi intervenuto consigliando a tutti i ragazzi di approfittare della disponibilità di ogni singolo referente, la loro esperienza non può far altro che migliorare le qualità di ogni ragazzo.
Andrea Recupero, responsabile del sesto e ultimo gruppo dell’OTS, ha infine ringraziato il Presidente e la commissione per l’opportunità che gli è stata data. Per lui è stata la prima volta nel gestire interamente solo un gruppo di giovani arbitri e ne è rimasto veramente soddisfatto, sperando che nei prossimi lavori si potrà fare ancora meglio.
A seguito dei saluti di tutti i referenti si è passati alla vera e propria riunione, i cui protagonisti sono stati i giovani arbitri.
L’incontro ha previsto la visualizzazione di sei video. Ogni gruppo, durante le scorse settimane, ha analizzato e commentato tre diversi episodi insieme al proprio referente; tra questi tre ne è stato scelto uno di cui parlare durante la riunione.
L’analisi ed il commento di questi sei video, uno per ogni gruppo, è stata affidata ad un singolo componente di esso, il quale doveva essere in grado di descrivere l’episodio in modo attento e dettagliato, esprimendo il proprio parere riguardo alla decisione da prendere e riguardo allo spostamento ed il posizionamento dell’arbitro. A seguito di ciò interveniva il referente didattico di quel gruppo per poter aggiungere eventuali considerazioni in merito al video, inoltre ogni ragazzo poteva intervenire per porre alcune domande o per sottolineare eventuali particolari che non sono stati notati. La riunione si è rivelata altamente attiva e partecipativa, tutti si sono sentiti coinvolti nei lavori svolti in ugual modo.
L’intenzione del Presidente e della commissione è di continuare con questa stessa metodologia anche nel mese di maggio, ricordando ad ognuno di integrare anche la preparazione atletica, soprattutto ora che, con le giuste precauzioni, è consentito correre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *