La redazione Aia Lecce

RIUNIONE AE OTN OTR

Posted on in La redazione Aia Lecce

La sera del 10 aprile si è svolta una tra le ultime riunioni telematiche della settimana. Questa volta l’incontro ha previsto la partecipazione di arbitri regionali e nazionali oltre che la presenza dei Vertici sezionali e di Danilo Giannoccaro, componente CAN A.
Dalle parole del Presidente Paolo Prato si evince che nonostante il contesto non piacevole, ritrovarsi è un bene, vedere che stiamo tutti in salute deve essere la nostra forza. La Sezione sta costantemente dimostrando di essere attiva e dinamica, come si può anche notare dalla settimana intensa di riunioni in videoconferenza che si concluderà questa sera con la riunione degli osservatori.
Sia dal punto di vista umano che arbitrale occorre stare vicini, siamo una famiglia e dobbiamo restare tale anche in quest’occasione. L’auspicio è di riabbracciarsi veramente il più presto possibile, ma finché non lo si può fare occorre adattarsi con ciò che si ha a propria disposizione.
Il Presidente ha augurato una serena Pasqua a tutti quanti.
Francesco Verri, responsabile della Prima Categoria, ha poi preso parola salutando tutti quanti e complimentandosi con la Sezione per ciò che sta facendo. Organizzare questi lavori didattici non è facile, nè lo è mantenere attivo l’interesse dei partecipanti. Ancora non si sa con certezza se i campionati riprenderanno o meno ma anche durante il raduno CRA di sabato scorso si è compresa la difficoltà di una possibile ripresa. Francesco ha poi riferito l’intenzione del Presidente CRA Puglia Nicola Giovanni Ayroldi, il quale sta tentando in tutti i modi di capire cosa si può o non si può fare. Attualmente non c’è neanche una data per un prossimo raduno di inizio campionato per la stagione futura. Il consiglio che ha dato ai giovani arbitri è di continuare ad allenarsi nonostante le difficoltà, approfittando delle iniziative proposte dalla Sezione. Ha infine rivolto un grande in bocca al lupo a tutti quanti.
Roberto Greco ha poi preso parola salutando tutti quanti e ribadendo l’importanza di restare un gruppo unito e coeso, nonostante l’impossibilità di incontrarsi realmente.
Ivano Pezzuto è successivamente intervenuto sottolineando il fine dell’incontro, ovvero il ritrovarsi, il sentirsi più vicini perché tutti sentiamo la mancanza del campo e dei nostri colleghi.
Il suo consiglio è di mantenere il “motore” pronto a ripartire nel caso in cui dovesse servire. L’impegno della Sezione per questi lavori didattici è volto a riaccendere quel “fuoco” che ognuno di noi ha dentro di sè, quella passione e anche quella malattia che amiamo così tanto. Anche il gruppo OTR e OTN verrà suddiviso in gruppi, precisamente quattro, a seconda dell’esperienza o della categoria di appartenenza. Questi lavori non devono essere però visti come un obbligo, ad essi devono partecipare coloro che ne hanno veramente voglia, come ha sottolineato più volte Ivano in questi giorni.
Il lavoro prevede che vengano inviati episodi e partite ai ragazzi, i quali in seguito dovranno preparare l’esposizione circa ciò che hanno visto suddividendo il compito tra loro per come meglio credono, organizzandosi tramite PowerPoint, video o anche solo un’esposizione orale. L’importante è impegnarsi e far tornare la voglia di scendere in campo perché non bisogna assolutamente stare fermi.
L’intervento di Danilo Giannoccaro ha in seguito dimostrato quanto sia importante per lui sentirsi vicino alla Sezione in questo periodo. Ha infatti richiesto di essere coinvolto anche nei prossimi incontri in videoconferenza.
Successivamente hanno preso parola dapprima gli arbitri nazionali e poi i regionali, raccontando ciascuno i propri pensieri e le proprie sensazioni in questo momento così delicato. C’è chi continua ad allenarsi costantemente, con la speranza che non arrivi mai l’ufficialità dello stop ai campionati, c’è chi è entusiasta dei lavori che si stanno organizzando, c’è chi sente la mancanza dei propri colleghi, delle riunioni e degli allenamenti di gruppo e infine c’è chi non vede l’ora di ritornare in campo. Ció che si è potuto capire dall’intervento di ogni ragazzo è che ognuno di loro sta facendo il possibile, per non perdere mai di vista il proprio obiettivo.
“Sfruttiamo al meglio questo periodo, il 90% delle cose che abbiamo sempre fatto nella quotidianità non possiamo più farle, ma quel 10% sfruttiamolo per riflettere su noi stessi e per cercare di migliorarci costantemente”: queste le parole di Ivano prima di salutare tutti quanti ed augurare una serena Pasqua agli associati e alle loro famiglie.
La riunione è stata infine conclusa dal Presidente, il quale si è dimostrato piacevolmente colpito dal notevole interesse mostrato dai ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *